La Rivista Indocinese | SETTIMANA DAL 14 AL 20 AGOSTO 2017
354352
post-template-default,single,single-post,postid-354352,single-format-standard,eltd-cpt-1.0,none,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

CAMBOGIA 16 agosto 2017 – NELLE ACQUE CAMBOGIANE NUOVAMENTE NASCONO DELFINI E COCCODRILLI

 ➡ Endangered baby dolphin sightings

http://www.khmertimeskh.com/5078285/endangered-baby-dolphin-sightings/

 💡 Two more baby dolphins have been spotted recently in Kratie province, showing encouraging signs of further stabilisation of the Mekong Irrawaddy dolphin population in Cambodia. The dolphin is labelled a critically endangered species on the International Union for the Conservation of Nature red list. There are only an estimated 80 adults left in the Mekong River.

 ➡ Siamese crocodile eggs hatch

https://www.washingtonpost.com/world/asia_pacific/rare-crocodile-eggs-hatched-at-cambodian-conservation-center/2017/08/15/930fc326-81b8-11e7-9e7a-20fa8d7a0db6_story.html?utm_term=.93263d89a9eb

 💡 Ten eggs of the critically endangered Siamese crocodile have successfully hatched at the Koh Kong Reptile Conservation Centre after a nest of 19 eggs was found last month near the Sre Ambel river. The  Wildlife Conservation Society said yesterday the eggs hatched after they were moved to the centre and have been protected for six weeks. The species is listed on the International Union for Conservation of Nature’s Red List. They are found in Cambodia, Malaysia, Myanmar, Thailand and Vietnam. The global population numbers only 410 adults, including 100 to 300 in Cambodia.

Secondo il  World Wildlife Fund vivono solo più ottanta esemplari di delfini di acqua dolce nel Mekong. Questa specie di mammiferi rischia l’estinzione ma in questi giorni, fortunatamente, nel “santuario” di Krabi, presso Kratie, sono stati partoriti due piccoli delfini che si sono rapidamente adattati all’ambiente e già seguono le loro madri nelle acque del fiume. Un altro felice evento si è verificato nella provincia di Koh Kong, nel Sre Ambel Conservation Centre, dove si sono schiuse dieci uova da cui sono nati altrettanti piccoli coccodrilli siamesi selvatici. Anche questa specie, un tempo assai diffusa in Cambogia, Thailandia, Vietnam, Malaysia e Myanmar, rischia ora l’estinzione. Se ne contano solo più poche centinaia di esemplari ed è posta nella “Red List” dell’International Union for Conservation of Nature.

 

.

LAOS 19 agosto 2017 – UNA COMPAGNIA CINESE FINANZIA UN CENTRO PER LA CONSERVAZIONE DEGLI ELEFANTI

 ➡ Chinese Firm to Build US $ 40 Million Elephant Conservation, Breeding Center in Laos

http://www.rfa.org/english/news/laos/chinese-firm-to-build-us-40-million-elephant-conservation-breeding-center-in-laos-08142017163059.html

 💡 A Chinese state-owned enterprise said on Saturday that it will build a U.S. $40 million elephant conservation and breeding center in northwestern Laos’ Sayaboury province and develop it into a for-profit tourist attraction by the end of the year. Company manager Mu Yian Yu told attendees through an interpreter that the company will invest $40 million in building the conservation center during the upcoming dry weather season which begins after October. “The Sino-Lao Tourism Investment and Development Company will develop the center this year,” he said, adding that provincial officials have granted the firm a 50-year land concession for the center. “In two years we will have boats, hot air balloons, and elephant shows,” he said.

Anche l’allevamento e la tutela dell’ambiente degli elefanti può rivelarsi un fruttuoso affare e la compagnia cinese Sino-Lao Tourism Investment and Development Company ha investito quaranta milioni di dollari nella provincia nordoccidentale di Sayaboury per la realizzazione di un grande centro avente queste finalità. Gli animali saranno poi sfruttati soprattutto come attrazione turistica ma l’iniziativa potrebbe comunque servire anche a incrementare il numero di animali di questa specie, che è in grave declino. Ora, si stima che in Laos vivano complessivamente 850 elefanti, la metà dei quali addomesticati. Nella provincia di Sayaboury ci sono 250 elefanti, 150 dei quali vivono ancora allo stato selvatico.  

 

.

VIETNAM 15 agosto 2017 – L’AO DAI VIETNAMITA VA ALLA CONQUISTA DI NEW YORK

 ➡ Ao dai to be displayed in New York

http://vietnamnews.vn/life-style/381706/ao-dai-to-be-displayed-in-new-york.html

 💡 Designer Do Trịnh Hoài Nam’s áo dài (Vietnamese national dress) collection, called Sen Vàng (Golden Lotus), has been chosen for the first catwalk event at the 26th Couture Fashion Week New York. The collection features dozens of áo dài in Vietnamese silk and satin made by skilled artisans from silk producing regions in Việt Nam: the Hà Dong District in Hà Noi, Thái Bình and Lam Dong provinces. The designs use traditional patterns from the 19th century and are embroidered with images of lotuses and water puppets. A group of Vietnamese and American fashion models will appear on the catwalk.

Lo stilista vietnamita Do Trinh Hoai Nam sta allestendo la collezione di ao dai in seta con cui parteciperà alla ventiseiesima settimana della Moda di New York, dove saranno presentate le creazioni di stilisti provenienti da trenta paesi. L’ao dai, ancora oggi largamente usato dalle donne vietnamite, è stato a lungo l’abito elegante indossato in ogni cerimonia sia da donne che da uomini. Oggi è un capo di abbigliamento quasi esclusivamente femminile e la collezione di Nam, che sarà presentata da indossatrici americane e vietnamite, si ispira a motivi fortemente tradizionali con ricami raffiguranti fiori di loto e le famose “marionette acquatiche” del teatro di Hanoi.

 

.

THAILANDIA 16 agosto 2017 – NASCE UN HOTEL CHE SEMBRA SFIDARE LE TRADIZIONALI LEGGI DELLA STATICA

 ➡ Hotel with unusual design isn’t falling down: experts

http://www.nationmultimedia.com/detail/around_thailand/30323884

 💡 The unusual shape of a new hotel being built in Bangkok has caused panic among some city residents after rumours spread on social media that it is collapsing.

Lumpini Police Station’s superintendent Pol Lt-Colonel Duangchot Suwancharas said on Tuesday that he had received complaints about the building and dispatched his subordinates to check. “We have found out that the rumours are not true. It’s just that this building is designed differently from others,” Duangchot said. The building in question, in Bangkok’s Ploenchit area, will have 32 floors once construction is complete next year. 

Anche il serio e autorevole The Nation di Bangkok riferisce che fra molte persone si è diffuso il panico per le voci circolanti nel Web sul possibile crollo di un edificio in costruzione nell’area di Ploenchit e molti muratori si sono rifiutati di entrare nel cantiere. Era, ovviamente, una grossa “bufala” ma l’ardita e insolita struttura della costruzione alta trentadue piani che dovrà ospitare il nuovo Rosewood Bangkok Hotel è comunque tale da stupire e, forse, alimentare qualche dubbio negli animi meno propensi alle novità. Ora tutti si sono rassicurati: “non c’è nessun rischio di crolli”. Gli operai hanno ripreso il lavoro e il nuovo Rosewood Hotel ha beneficiato di una grande pubblicità gratuita. 

AUTHOR: Ubaldo Di Montelupo
No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!