La Rivista Indocinese | Cronache vietnamite
351409
page-template-default,page,page-id-351409,eltd-cpt-1.0,none,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

La strada per chi ama i libri

Gli strumenti elettronici hanno ormai soppiantato la carta stampata e pochi sono quelli che ancora comprano dei libri. Qualcuno però è rimasto e nella vecchia Saigon può trovare un luogo in cui soddisfare i suoi desideri.

Basta una breve passeggiata dalla catedrale di Notre Dame al viale Hai Ba Trung per arrivare nella Nguyen Van Binh Street, la “strada per chi ama i Libri”. Qui, nel settembre 2016, l’Amministrazione municipale di Ho Chi Minh City ha creato uno spazio interamente dedicato ai libri, ai librai e, soprattutto, a chi cerca un libro e poi lo compera.

Sul marcipiede si affaccia una serie di piccole librerie, tutte uguali nella struttura e nel colore, che espongono sia nelle vetrine che in scaffali a rotelle che vengono messi all’estero, sulla strada che ovviamte è solo pedonale.

Un libro si compera per leggerlo e per i più impazienti, che non sopportano di dovere arrivare a casa per iniziare a sfogliarlo, ci sono dei sedili e delle comode panchine.

Anche se si dice che l’editoria è in crisi, Nguyen Binh Street è sempre affollata, non tanto da turisti stranieri quanto da vietnamite e vietnamiti che amano molto sedersi a bere un caffèchiacchierando fra loro. Sono così comparsi, gli ombrelloni, i tavoli e le sedie di numerosi “bar di strada”. Nessuno di loro sarà mai il “Caffè dei Letterati” ma tutti sono dei simpatici posti in cui si possono improvvisare, anche con degli sconosciuti, delle vivaci e stimolanti conversazioni.

error: Content is protected !!