La Rivista Indocinese | I due principi
351504
page-template-default,page,page-id-351504,eltd-cpt-1.0,none,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

I due principi

La lunga vicenda della guerra in Laos si può anche riassumere nella lotta fra due uomini, figli dello stesso padre ed entrambi di sangue reale: i due principi Souvanna Phouma e Souphanouvong.

Souvanna Phouma nacque nel 1901 dal vice-re di Luang Prabang, Boun Khong, e dalla sua prima moglie.

Nel 1909 Boun Khong ebbe un figlio anche dalla sua undicesima moglie e gli mise il nome Souphanouvong.

I due principi che hanno fatto la storia del Laos nel secolo scorso erano dunque fratellastri ed entrambi si laurearono in Francia in ingegneria civile.

Nel 1945 Souvanna Phouma divenne ministro nel governo Lao Issara poi, nel 1951, fu capo del governo che sosteneva l’adesione del Laos all’Unione francese.

Nel 1945, Souphanouvong era a Vinh, in Vietnam, dove lavorava come ingegnere e il generale americano P.Callagher ebbe la non troppo preveggente idea di trasportarlo con il proprio aereo a Hanoi per farlo entrare in contatto con i dirigenti del Vietminh, di cui, forse, sperava che il principe potesse domare i troppo accesi sentimenti comunisti.

Souphanouvong raggiunse immediatamente un accordo con Ho Chi Minh e fondò il Pathet Lao che scese in campo, a fianco del Vietminh, nella lotta contro i Francesi. Dopo Dien Bien Phu, gli accordi di pace di Ginevra e l’inizio del coinvolgimento degli USA nelle vicende laotiane, i due principi continuarono a lottare per la indipendenza del paese militando, però, in schieramenti opposti. Souvanna Phouma fu per 6 volte Primo ministro, dal 1953 al 1975, tentando di costruire in più occasioni compromessi e accordi politici che potessero salvaguardare un minimo di autonomia al Laos.

Souphanouvong viveva invece nelle regioni montagnose del Nord-Est e dirigeva la lotta armata del Pathet Lao. Il conflitto fra i due principi-fratellastri si protrasse per anni ma la sua conclusione fu, alla fine, praticamente incruenta.

Quando il 2 dicembre 1975 il Congresso Nazionale straordinario che comprendeva tutte le fazioni politiche proclamò la Repubblica, il principe Souphanouvong venne eletto Presidente della Repubblica mentre il principe Souvanna Phouma fu nominato Consigliere di Kaysone, il segretario generale del Partito Popolare Rivoluzionario Lao, che ricopriva la carica di Primo ministro.

Ora entrambi sono morti. Lo Stato ha tributato al principe Souphanouvong grandissimi onori postumi che, invece, non ha ricevuto il suo fratellastro ma anche lui, il principe Souvanna Phouma, è ricordato da tutti come un sincero e irriducibile patriota. Ormai è tramontato il tempo dei principi leader politici e guerrieri.

Nuovi dirigenti politici sono ora alla guida del paese, ma resta vivo il ricordo di questi due irriducibili “fratellastri” che hanno guidato il Laos durante gli anni più tormentati di tutta la sua lunga storia. Combatterono su opposte barricate ma, entrambi, lottarono per il bene del paese

 

error: Content is protected !!